In nessun luogo, in nessun lago

21 giugno 2010

Quanto avrei voluto essere là, a scambiare quattro chiacchiere con Tenco in un bar di Genova, davanti a un Crodino, in un mite e sereno pomeriggio d’autunno…
Annunci

7 Risposte to “In nessun luogo, in nessun lago”

  1. protociccius said

    Per un’epigrafe. “Niente nessuno in nessun lago mai” (parafrasi di un celebre verso, tratto da Intervista a un suicida di Vittorio Sereni).

  2. marcolenzi said

    🙂 (mi piace)

  3. gadilu said

    Bello. Ah, bello.

  4. marcolenzi said

    che meraviglia questa canzone, eh gabriele? è di carlo donida (parole di tenco, ovviamente). la conoscono (e soprattutto LO conoscono – donida, intendo) in pochi, perché questa era gente che scriveva in silenzio, che se ne stava dietro le quinte, per così dire, come pino calvi, come bruno canfora, come giampiero boneschi, come mario migliardi, come enrico simonetti, come virgilio savona, come il nostro amato fiorenzo carpi… che eleganza nell’orchestrazione, che poesia nell’interpretazione di tenco! una lezione smagliante di musica leggera; tutto il contrario di quelle troiette e quei trogloditi di ‘amici’ malati di protagonismo, che cantano tutto uguale, con quelle voci del cazzo a du’ centimetri dalla ghigna e quelle espressioni idiote, quei finti pianti in diretta, quel voler a tutti i costi ‘esprimere sé stessi’ senza avere un cazzo da dire… e poi quelle orrende compressioni a tutto volume, senza più sfumature dinamiche (cos’è, invece, proprio all’inizio di ‘quasi sera’, quella celesta e quel contrabbasso pizzicato, cui fa seguito quella chitarra elettrica, eh? APPENA SFIORATA, PORCO CANE – LA CHITARRA ELETTRICA APPENA SFIORATA!!!!!!!! IMPARATE A SONA’ LA CHITARRA ELETTRICA DA QUESTO MERAVIGLIOSO SCONOSCIUTO CHITARRISTA INVECE CHE DA LIGABUE, CRETINI!!!!!!!); e poi ancora quegli orrendi pedofili del cazzo di ‘insegnanti’ che in un anno li ‘preparano’ per vincere sanremo gridando: “devi credere in te stesso, dai, puoi farcela! oh, yeahhh!!! tu puoi farcela ragazzo! puoi spaccare il mondo, se vuoi! dai, forza! e ricorda: UNO SU MILLE CE LA FA!!!… (e a quel punto alla troietta esce fuori una lacrimuccia mentre canta ‘ol bai mai-se-e-elf’…)
    ahibò, dove siamo finiti… speriamo vengano sommersi tutti da un’enorme caàta di dio. io poi, solo a mettere accanto questi due mondi così inconciliabili e opposti mi vengono le vertigini e vomito. blaaaaarghhh!!

    PS a proposito, lo ordino anche per te il crodino, vero? 😉 ci raggiungi?
    intanto ti abbraccio, carissimo.

  5. np said

    “voci del cazzo a du’ centimetri dalla ghigna”

    sublime-

  6. monic said

    Quoto tutto Marco che dire di più, se non che anche a me avrebbe fatto piacere conoscerlo.
    Si, questa canzone è bellissima e struggente.

  7. marcolenzi said

    @ np
    ah ah ah! mi fa piacere di aver trovato un’immagine efficace..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: