Art of noise

8 maggio 2011

Ecco, questo a mio avviso è uno dei gruppi (in realtà un duo) più sottovalutati della storia della musica pop. Non ho mai capito perché. Originali, innovativi, hanno in qualche modo segnato l’estetica pop della metà degli anni Ottanta e sono stati tra i primi a fare un uso intelligente del campionatore in quell’ambito; eppure raramente ho trovato nei libri di storia qualcosa su di loro che vada oltre l’accenno sommario. Mah, misteri della gloria… Questa deliziosa Ode to Don Jose, tratta da quello che ritengo il loro capolavoro, l’album In no sense? Nonsense! del 1987, è un esempio particolarmente calzante di un uso saggio e raffinato dei campionamenti sia vocali che strumentali.

Annunci

5 Risposte to “Art of noise”

  1. giuseppe gavazza said

    I totally agree !!!

  2. marcolenzi said

    I’m happy for that.

  3. giuseppe gavazza said

    ai favoriti aggiungo Opus 4, Paranoimia (il video resto un punto di riferimento) e pure l’inflazionato Moment of love, che pure è bellissimo.

  4. marcolenzi said

    oh, yessss.

  5. zapruder said

    Grande Max Headroom !

    [anche se dell’area ZTT preferivo i FGTH]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: